logo

BENI COMUNI. UN MANIFESTO di Ugo Mattei

Codice articolo 9788842097174
€8,50
Disponibile
1
Dettagli del prodotto

"Quando lo Stato privatizza una ferrovia, una linea aerea o la sanità, o cerca di privatizzare il servizio idrico integrato (cioè l'acqua potabile) o l'università, esso espropria la comunità (ogni suo singolo membro prò quota) dei suoi beni comuni (proprietà comune), in modo esattamente analogo e speculare rispetto a ciò che succede quando si espropria una proprietà privata per costruire una strada o un'altra opera pubblica". In questo agile volume Ugo Mattei ragiona attorno a un tema di grande attualità internazionale perché pensare ai beni comuni significa "innanzitutto utilizzare una chiave autenticamente globale che pone al centro il problema dell'accesso e dell'uguaglianza reale delle possibilità su questo pianeta". Dalla lotta per l'università e la scuola pubblica a quella per l'informazione critica; dalle battaglie contro il precariato e per un lavoro di qualità a quelle contro lo scempio e il consumo del territorio; dalla lotta contro la privatizzazione della rete internet a quella contro le grandi opere (TAV, Dal Molin, Ponte sullo stretto), i beni comuni ci riguardano da vicino. Ugo Mattei li considera come riconquista di spazi pubblici autenticamente democratici, base per un pensiero politico e istituzionale nuovo e radicalmente alternativo fondato sulla qualità dei rapporti e non sulla quantità dell'accumulo.

Salva questo articolo per dopo

*** Se hai dei libri nel carrello chiudi l’ordine sul nostro sito e poi procedi all’acquisto del libro che non hai trovato nella vetrina tramite Bookdealer
(vedi il bottone di sotto) oppure mandaci una mail (libreriadelmondooffeso@gmail.com) per ordinarcelo, risparmierai le spese di spedizione di Bookdealer. Per il pagamento del libro ordinato e non acquistato dal nostro e-commerce ti invieremo un link per il pagamento con carta di credito.