logo

sabato19 ottobre h 19.00 incontro con FRANCESCO PECORARO “LO STRADONE” Ponte alle Grazie

Mappa non disponibile

Date/Time
Date(s) - 19/10/2019
19:00 - 20:00

No Categorie


sabato 19 ottobre h 19.00

con FRANCESCO PECORARO

parleremo del suo capolavoro 

LO stradone copertinaSTRADONE

Ponte alle Grazie

letture di EMILIA TIBURZI

(attrice della Scuola del Piccolo Teatro di Milano)

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA per e-mail: libreriadelmondooffeso@gmail.com INSERIRE IN OGGETTO:LO STRADONE 19/10 – valida solo se rispondiamo.

Jeans falso consumati. Falso strappati. Pantaloni falso mimetici. Borse mimetiche. Capelli falso giovani, rossastri. In giro falsi rasta. Falsi gangsta, falsi rap. Falsi punk. Falsi giovani. Borchie falsamente utili. Magliette falso scolorite. Falsa vita vissuta. Falsa esperienza, falso inconscio, falso immaginario, falsa coscienza. Falsa la metropoli, falso il lavoro. Falso legno, falso antico, false le cacche di mosca su falsi mobili. Il falso grezzo nei ristoranti falso-fichetti, o vero-fichetti per falsi fichetti. Falsi gli hipster con false barbe folte lunghe tagliate quadre, false camicie da falsi boscaioli, birre falso-artigianali. False calvizie, falsi muscoli con tatuaggi falso tribali. Veloci sfrecciano bassi falsi pappagalli verdi, frutto del riscaldamento globale, anch’esso artificiale, posticcio. Falsi i pesci nelle pescherie: orate di allevamento, salmoni artificiali mangia merda, vongole non-veraci, spigole di acque chiuse, rombi di fondali plastificati. Falsi i cespugli intorno alla stazione Metro A, che esibisce una falsa modernità ammantata di falsa tecnologia nel falso durevole, falso come il falso bugnato dei muri modulari di contenimento dopo il sottopasso, falso il cordoglio dei manifesti fascisti che celebrano semistrappati un militante greco morto da quarant’anni, stupidamente, inutilmente, in una stagione di falsa contrapposizione politica, molto violenta, sanguinosa, che produceva morti veri, ma per falsi scopi, come i manipoli di falsi rivoluzionari che compivano vere azioni militari. Falsi i film nei cinemi più a valle frequentati da teste canute—Ma davero t’è piasciuto?—tardo-riflessive con in mente falsi convincimenti, imbottiti di falsa buona coscienza, come tutti i loro simili, qui e altrove. Falsa l’urgenza con sirene del purma daa Squadra che preme per avere strada. Tutto il falso e il falso-vero sono più veri dell’autenticamente vivente, del davvero risalente. L’autenticità non è necessaria per la gente dello Stradone, abituata all’andarsene delle cose e ormai aggrappata alla verità dell’unica cosa condivisa, il linguaggio.

 – È passato er purma daa Squadra: oggi posticipo.

– M’appoggio un attimo, te dispiace? Me sento male.

– Che se sente

– Na fitta forte ar fianco. Forte.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA per e-mail: libreriadelmondooffeso@gmail.com INSERIRE IN OGGETTO: LO STRADONE 19/10 – valida solo se rispondiamo.