logo

mercoledì 13/12 h 18.30 Enrico Ianniello, Tony Laudadio, Andrea Renzi, Luciano Saltarelli presentano lo spettacolo New Magic People Show in scena al Piccolo Teatro

Mappa non disponibile

Date/Time
Date(s) - 13/12/2017
18:30 - 19:30

No Categorie


mercoledì 13/12 h 18.30 presentazione di

New Magic People Show
dall’opera “Magic People” di Giuseppe Montesano

in scena al Piccolo Teatro Studio Melato dal 12 al 17 dicembre 2017

ne parliamo con gli interpreti Enrico Ianniello, Tony Laudadio, Andrea Renzi, Luciano Saltarelli 

e poi andiamo tutti a vederli a teatro !!! 🙂 🙂 🙂 

magicpeopleshowhttps://www.piccoloteatro.org/it/2017-2018/new-magic-people-show

 

New Magic People Show
dall’opera di Giuseppe Montesano
messo in scena da Enrico Ianniello, Tony Laudadio, Andrea Renzi, Luciano Saltarelli
elementi scenici Underworld
costumi Ortensia De Francesco
con Enrico Ianniello, Tony Laudadio, Andrea Renzi, Luciano Saltarelli
direzione tecnica Lello Becchimanzi
produzione Teatri Uniti

Nello spettacolo Magic People Show del 2007, su un ritmo vertiginoso da commedia nera, Giuseppe Montesano chiamava in scena il suddito televisivo, il consumatore globale, l’uomo medio assoluto, lo schiavo della pubblicità. E poi ancora i risanatori dell’economia nazionale, i venditori di spiagge, di aria da respirare, i venditori e i compratori di anime. Dieci anni dopo arriva sulle scene una nuova versione di quel comico, feroce e colorito avanspettacolo pop, in un crescendo che mescola l’opera buffa e il dramma, fatto di ridicoli mostri drogati dal sogno del denaro, di prigionieri illusi di essere liberi, di gaudenti che hanno seppellito la passione e l’amore. Un nuovo capitolo, insomma, del tragicomico romanzo teatrale dell’Italia malata di questi ultimi anni.
“Quello che volevamo – spiega Montesano – era restituire il senso di nevrotico sovraffollamento del condominio globale, il pullulare comico di personaggi messi a cuocere in una stessa pentola a pressione demenziale, le vite non più protette dall’intimità dell’at home ma sempre sotto l’occhio di tutti, e con un ritmo che voleva sposare i Simpson e Aristofane, Eduardo e Woody Allen, i Soprano e la Commedia dell’Arte, Quevedo e l’Avanspettacolo, Totò e Godot”. Come portare sul palco questa sintesi? “Bisogna far salire in scena Lallo e Gegè, la signora madre Torza e la signorina figlia Torza, l’osceno avvocato Morfo e l’ultimo resistente, il dottor G.: e bisogna lasciarli liberi di sproloquiare, lasciare che i mostriciattoli si esprimano in tutta la loro ridicola e ripugnante miseria, per vedere ciò che troppo spesso è nascosto dall’abitudine e dal così fanno tutti quindi è normale fare così. Non è vero: diventare disumani e cretini e servi e morti in vita non è normale, e non tutti lo fanno: e quindi è normale essere umani, e miti, e gentili, e liberi, e poetici, e vivi.”

Enrico Ianniello (Caserta, 1970) è un attore, regista e traduttore. Ha lavorato a lungo nella compagnia di Toni Servillo. Dal catalano ha tradotto le opere di Pau Miró. Al cinema ha lavorato con Nanni Moretti, in televisione è il commissario Nappi della serie “Un passo dal cielo”. La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin (2015), il suo primo romanzo, ha vinto il Premio Campiello Opera Prima 2015 e diversi altri premi, tra cui Il premio John Fante Opera prima 2015 e il premio Selezione Bancarella 2015.

http://www.feltrinellieditore.it/autori/autore/iannielloenrico/

Tony Laudadio formatosi alla Bottega di Gassman, è attore di teatro e di cinema (Risi, Moretti, Sorrentino) ed è autore di testi teatrali e di opere letterarie. I suoi romanzi, Esco (2012) e Come un chiodo nel muro (2013) sono editi da Bompiani. L’uomo che non riusciva a morire (2015) è edito da NN Editore.

http://www.tonylaudadio.it/

Andrea Renzi
A quattordici anni debutta come attore teatrale, diretto da Mario Martone. Successivamente è uno dei fondatori delle compagnie teatrali “Falso Movimento” e “Teatri Uniti”.Nel 1984 vince il premio “Opera Prima” con il monologo Sangue e Arena, quindi inizia a lavorare come regista teatrale. A queste attività affianca il lavoro di attore televisivo e soprattutto cinematografico.Per il cinema fra l’altro ha recitato ne L’uomo in più (2001), regia di Paolo Sorrentino, Le fate ignoranti (2001), regia di Ferzan Özpetek, Il servo ungherese regia di Giorgio Molteni e Massimo Piesco (2004), Quo vadis, baby? (2005) di Gabriele Salvatores, La guerra di Mario (2005) di Antonio Capuano, L’estate del mio primo bacio, regia di Carlo Virzì, e Non prendere impegni stasera, regia di Gianluca Maria Tavarelli, entrambi del 2006. Tra le fiction tv, lo ricordiamo in Caccia segreta (2007), regia di Massimo Spano, in cui è co-protagonista al fianco di Stefano Dionisi. Nel 2011 interpreta, nel ruolo principale del vicequestore aggiunto Leonardo Brandi, l’undicesima stagione di Distretto di Polizia (in onda nell’autunno 2011). Nello stesso anno recita nel film Mozzarella Stories. Nel 2014 interpreta il ruolo del chirurgo Pier Paolo Brega Massone nel film – verità L’infiltrato – Operazione clinica degli orrori. Come regista Andrea Renzi ha realizzato dall’opera di Gogol’ la piece teatrale Diario di un pazzo interpretata da Roberto De Francesco e andata in scena a Napoli nel Teatro Mercadante nel mese di febbraio 2011…
LUCIANO SALTARELLI Attore-autore e regista, è nato a Marino (Rm) nel 1969.
Nutre un grande interesse per la fotografia come mezzo di comunicazione visiva. Dagli anni Novanta al 2000 ha occupato il ruolo di Amministratore nella Società Nuova Immagine, realizzando lavori rivolti alle Imprese per la promozione dei prodotti per la grande distribuzione. Si è specializzato nella pre-produzione / produzione / post-produzione di prodotti Audiovisivi. Ha recitato nel film Il resto di niente di Antonietta De Lillo (2005) ed ha lavorato con registi come Andrea Renzi nello spettacolo Santa Maria d’America. Attualmente è in scena, diretto da Francesco Saponaro, con un suo testo, Giallo Napoli, un poliziesco che – come osserva Francesco Saponaro – “mescola, con molta semplicità, criteri di scrittura tradizionale ad uno sguardo tagliente e beffardo sulla realtà che racconta”. Attore tenace ed incisivo, Saltarelli costruisce sulla tradizione un linguaggio nuovo e sempre convincente.
GIUSEPPE MONTESANO è nato a Napoli. È autore dei romanzi Nel corpo di Napoli (Mondadori 1999, finalista al Premio Strega), A capofitto(Mondadori 2000), Di questa vita menzognera (Feltrinelli 2003, Premio Selezione Campiello e Premio Viareggio-Rèpaci) e Magic People(Feltrinelli 2005).
Ha tradotto molti scrittori francesi e curato opere di Dick, Savinio, Tournier, Malaparte, Hesse, Dumas, Ottieri. Ha scritto Il ribelle in guanti rosaCharles Baudelaire (Mondadori 2007, Premio Vittorini) sul poeta di cui ha curato, con Giovanni Raboni, le opere per I Meridiani. Collabora con il quotidiano “Il Mattino”. E’ autore di Lettori Selvaggi (Giunti, 2016).